Accedi ai corsi

Nuovo Addendum alle norme ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001

Il 23 febbraio 2024, un importante sviluppo è avvenuto nell’ambito delle norme internazionali, con la pubblicazione da parte dell’International Organization for Standardization (ISO) dell’Addendum Amd 1:2024. Questo addendum ha apportato modifiche significative ai paragrafi 4.1 e 4.2 delle norme ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001, introducendo la valutazione e la gestione del CAMBIAMENTO CLIMATICO come parte integrante dei sistemi di gestione aziendale.

Al termine dell’articolo riportiamo i link utili per scaricare gratuitamente il testo degli emendamenti dalla pagina ISO.

L’obiettivo principale di questo aggiornamento è supportare il piano d’azione derivante dalla Dichiarazione di Londra sul cambiamento climatico. Questo piano, promosso dall’International Accreditation Forum (IAF) attraverso un comunicato ufficiale, mira a sensibilizzare le organizzazioni su scala globale sull’urgenza di affrontare il cambiamento climatico. L’IAF ha sottolineato che il cambiamento climatico non può più essere ignorato e ha pertanto integrato la valutazione e la gestione di questo problema critico nelle norme ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001.

Le modifiche apportate si concentrano principalmente sui paragrafi 4.1 e 4.2 di queste norme. Nel paragrafo 4.1, che riguarda l’analisi del contesto dell’organizzazione, è stata aggiunta una nuova disposizione che richiede all’organizzazione di determinare se il cambiamento climatico sia una questione rilevante per le proprie attività. Nel paragrafo 4.2, che verte sull’analisi delle esigenze e aspettative delle parti interessate, è stata introdotta una disposizione che sottolinea l’importanza di considerare le esigenze delle parti interessate relative al cambiamento climatico.

Più precisamente l’addendum modifica due punti chiave degli standard:

  1. il punto 4.1 – “Comprendere l’organizzazione e il suo contesto“, in cui è stata aggiunta la frase: “L’organizzazione deve determinare se il cambiamento climatico sia una questione rilevante“.
  2. il punto 4.2 – “Comprendere le esigenze e le aspettative delle parti interessate“, in cui è stata introdotta la frase, “Le parti interessate rilevanti possono avere requisiti relativi al cambiamento climatico“, che introduce l’importanza del cambiamento climatico anche per le aspettative delle parti interessate.

Queste modifiche pongono nuove sfide e opportunità per le organizzazioni certificate ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001. Devono ora rivedere i loro sistemi di gestione per garantire la conformità a queste nuove disposizioni. Ciò implica un cambiamento culturale e operativo, con un accresciuto impegno verso la sostenibilità ambientale e la mitigazione degli impatti del cambiamento climatico.

Per adempiere a questi nuovi requisiti, le organizzazioni devono valutare i rischi legati al cambiamento climatico sulle proprie attività, sviluppare obiettivi specifici per ridurre gli impatti ambientali, coinvolgere attivamente le parti interessate e monitorare costantemente l’efficacia delle azioni intraprese.

In sintesi, l’integrazione del cambiamento climatico nei sistemi di gestione ISO rappresenta un importante passo avanti nell’affrontare la sfida globale del cambiamento climatico. Questo aggiornamento mette in luce la necessità urgente di un impegno collettivo per affrontare questa minaccia esistenziale e riflette un impegno concreto delle organizzazioni nel ridurre il loro impatto ambientale e contribuire alla sostenibilità del pianeta.

ISO 9001:2025/ADM 1:2024

ISO 14001:2015/ADM 1:2024

ISO 45001:2018/ADM 1:2014

__

Nel nostro catalogo corsi puoi trovare corsi per Auditor ISO in e-learning qualificati da CEPAS e abilitanti alla conduzione di audit di prima, seconda e terza parte.

VAI AI CORSI

__

Articolo di: Alessandra Mariano, aggiornato al 16 maggio 2024