Un altro anno di SISTRI!

Un altro anno di sistri!

La legge 27 febbraio 2017 n.19 introduce la proroga del SISTRI nell’’art. 12 (Proroga di termini in materia di ambiente) del decreto mille proroghe.

Proroga fino al 31 dicembre 2017, fino alla data del subentro del nuovo concessionario e del periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del SISTRI.

Viene prorogato fino al subentro del nuovo concessionario. Non oltre il 31 dicembre 2017 anche il dimezzamento delle sanzioni. Tali sanzioni sono relative all’omissione dell’iscrizione al Sistri e al pagamento del contributo per l’iscrizione stessa.

Il sistema di tracciabilità dei rifiuti è rinviato fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del nuovo concessionario e comunque non oltre il 31 dicembre 2017.

Stessi termini per le sanzioni.  Non si applicano quelle sul mancato o erroneo tracciamento dei rifiuti (articolo 260 bis, commi da 3 a 9, e 260 ter del Codice ambientale). Restano ridotte al 50% le sanzioni per mancata iscrizione al SISTRI e omesso versamento del contributo.

«Fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del concessionario individuato […] e comunque non oltre il 31 dicembre 2017». Entro i prossimi 12 mesi il Sistri dovrà passare nelle mani del nuovo gestore (ATI Almaviva_Tim-Agriconsulting). Si porterà alla luce un sistema sviluppato, rinnovato e adeguatamente testato.

Nel frattempo, continuano ad applicarsi i precedenti adempimenti.

 

scadenza mud

Adempimenti aziendali

Le imprese sono tenute a inviare il MUD: entro il 30 aprile, i moduli e le istruzioni sono quelli già utilizzati negli anni scorsi. IL MUD si può presentare con il:

  • servizio mudtelematico di Infocamere: dall’inizio di febbraio è disponibile il software per la comunicazione. Il prodotto informatico, per  il controllo formale delle dichiarazioni trasmesse dai soggetti che utilizzano software diversi da quello predisposto da UNIONCAMERE, sarà online dal 23 febbraio;
  • servizio mudcomuni.it per compilazione e presentazione telematica della Comunicazione Rifiuti Urbani e assimilati;
  • modulo cartaceo, limitatamente ai soggetti che possono presentare il MUD semplificato.

Scopri tutti i Corsi on line.
Accedi alla tua formazione su
Qualità, Ambiente e Sicurezza,
comodamente da casa o dall’ufficio.